Amministrazione Trasparente

Documento Unico di Programmazione (D.U.P.)

In applicazione del principio contabile applicato della programmazione e predisposizione, i Comuni redigono il Documento Unico di Programmazione (D.U.P.), per un periodo ricompreso nel mandato elettorale.

Il Documento unico di programmazione è lo strumento che permette l'attività di guida strategica ed operativa degli Enti Locali e costituisce, nel rispetto del principio del coordinamento e coerenza dei documenti di bilancio, il presupposto necessario di tutti gli altri documenti di programmazione. Si compone di due sezioni: la Sezione Strategica (SeS) e la Sezione Operativa (SeO). La prima ha un orizzonte temporale di riferimento pari a quello del mandato amministrativo e sviluppa e concretizza le linee programmatiche di mandato, di cui all'art. 46, comma 3, del decreto legislativo 18 agosto 2000, n. 267 e individua, in coerenza con il quadro normativo di riferimento, gli indirizzi strategici dell'Ente. Gli obiettivi strategici sono ricondotti alle missioni di bilancio e sono conseguenti ad un processo conoscitivo di analisi strategica delle condizioni esterne all'ente e di quelle interne, sia in termini attuali che prospettici e alla definizione di indirizzi generali di natura strategica.

La Sezione Operativa (SeO) ha un orizzonte temporale di riferimento pari a quello del bilancio di previsione. Ha carattere generale, contenuto programmatico e costituisce lo strumento a supporto del processo di previsione definito sulla base degli indirizzi generali e degli obiettivi strategici fissati nella Sezione Strategica del Documento unico di programmazione. In particolare, essa contiene la programmazione operativa dell'ente avendo a riferimento un arco temporale sia annuale che pluriennale.
Il contenuto della Sezione Operativa, predisposto in base alle previsioni ed agli obiettivi fissati nella Sezione Strategica, costituisce guida e vincolo ai processi di redazione dei documenti contabili di previsione dell'ente e va redatta, per il suo contenuto finanziario, per competenza e cassa, e trova il suo fondamento su valutazioni di natura economico-patrimoniale: copre un arco temporale pari a quello del bilancio di previsione: di fatto, questa seconda sezione supporta il processo di previsione per la predisposizione della manovra di bilancio.
Per ogni singola missione, sono individuati i programmi che l'Ente intende realizzare per conseguire gli obiettivi strategici definiti nella Sezione Strategica. Per ogni programma e per tutto il periodo di riferimento del Documento unico di programmazione, sono individuati gli obiettivi operativi annuali da raggiungere nonché gli aspetti finanziari della manovra di bilancio, sia in termini di competenza sia in termini di cassa. 

 

Approvazione del DUP

La Giunta Comunale presenta, con proprio atto, recante il parere dell'organo di revisione (reso secondo le modalità previste dal regolamento dell'Ente) ed entro il 31 luglio di ogni anno, il D.U.P. al Consiglio Comunale, per le conseguenti deliberazioni.

Un’eventuale nota di aggiornamento del D.U.P. dovrà essere presentata entro il 15 novembre di ogni anno, per le conseguenti deliberazioni e il suo schema, configurato come quello del D.U.P. definitivo, è oggetto di approvazione da parte del Consiglio Comunale.

Visite alla pagina: 61